Prodotti consigliati

Viaggio in pianoforte
Viaggio in pianoforte
Il mio mondo fantastico
Il mio mondo fantastico

Musica classica

Una delle ragioni per cui Paolo Zanarella, il pianista autodidatta di origini padovane, ha deciso di portare la musica fuori dai teatri e dai conservatori era il desiderio di vincere un certo pregiudizio contro la musica classica e la resistenza di alcune persone a lasciarsi avvicinare dalla magia delle esecuzioni classiche per pianoforte.

E allora Zanarella ha caricato il suo pianoforte a mezza coda su un Ducato a metano dotato di pedana con marchingegno idraulico per caricare, scaricare e trasportare il pianoforte senza danni e senza fatica, e ha iniziato a girare l’Italia, a portare la musica classica nelle piazze e nelle strade, in mezzo al traffico e nei mercati, nei parchi pubblici e vicino ai grandiosi monumenti italiani.

Con sua grande gioia è stato accolto con interesse e partecipazione, ma la cosa non stupisce: poche esperienze sono magiche come assistere a un’esibizione di Paolo Zanarella nei luoghi della vita di tutti i giorni, luoghi dove la musica classica ha il diritto e il dovere di essere presente.

Musica classica nelle piazze: perché la vita è magia

Se potesse suonerebbe Bach, Mozart, Chopin, Beethoven. In particolare l’opera 8 del Cimento dell’Armonia e dell’Invenzione di Vivaldi. Ma per far sì che scatti l’alchimia tra la musica e chi la ascolta bisogna anche scendere a compromessi di buonsenso.

E allora il pianista fuori posto diventa il pianista che porta la musica esattamente dove dovrebbe essere. E traduce la musica classica in un linguaggio più vicino all’orecchio contemporaneo.

Musica classica moderna nelle strade di Roma e Milano, tra le calli veneziane o al centro di Prato della Valle a Padova: musica per pianoforte in cui si alternano sapientemente brani di musica rilassante e romantica, a musica famosa e internazionale, incluse le hit del momento.

Perché quando un brano musicale è un’opera d’arte destinata a durare per sempre, la sua magia si sprigionerà in tutte le epoche. Non importa che sia musica classica colta e sofisticata o musica nuova del momento: conta solo che sia bella musica perché possa diventare un classico che ci emoziona ogni volta come la prima volta.

Paolo Zanarella: musica classica fuori posto

Se una canzone vi emoziona, non importa che sia musica classica o contemporanea, che sia una cover per pianoforte di un grande classico o la reinterpretazione di un evergreen di Lucio Battisti, Adriano Celentano, Mina, Elton John, Frank Sinatra, i Beatles, i Queen o altri grandi artisti che hanno fatto la storia della musica italiana e internazionale.

Se una canzone vi emoziona vale la pena di ascoltarla ogni volta che ne avete voglia. Tenetevi sempre vicino la musica del vostro cuore e non fatevi spaventare dall’aura solenne che circonda la percezione della musica classica in certi ambienti: la musica classica è grande proprio perché sa parlare al cuore di tutti, dal professore universitario  a chi non sa neppure leggere e scrivere.

E nell’interpretazione moderna di Paolo Zanarella la musica classica trova nuova vita fra i tasti di un pianoforte che ha ormai girato mezza Italia, e non sembra intenzionato a fermarsi.